Di probabile origine romana, si hanno prime notizie documentarie nel XVII secolo, epoca in cui venne realizzato un canale per condurre l’acqua al mulino del quartiere nord, oggi scomparso.

All’esterno è stata realizzata una nicchia dove è collocata una statua di San Leone in lamina di rame.

La Fonte è raggiungibile percorrendo la via che percorre il masso leontino, il cosiddetto “giro di San Leone”.

Gallery